Fisiogea S.r.l. - Via Francesco Bocchi, 29 - 45011 Adria (RO)
P.I. e C.F. 01497990299 

Contattaci

Telefono: 0426.22330

Mobile: 334.3676676

ARTROSI CERVICALE

05/10/2015

 

 

Usura ed erosioni delle superfici articolari delle vertebre, e dei dischi di cartilagine interposti tra una vertebra e l'altra vanno incontro a un lento deterioramento, e determinano purtroppo, vari e diffusi dolori e altri problemi, tra i quali molto diffusi come rigidità della parte cervicodorsale, nausea, mal di testa, fino ad arrivare anche alla perdita di udito e della vista. Il freddo e le condizioni ambientali, come la forte umidità, possono peggiorare i sintomi.

Stiamo parlando di:

 

ARTROSI CERVICALE

 

 

Nell'artrosi cervicale il fattore età non è così determinante come si potrebbe pensare, quindi sarebbe meglio considerarla una conseguenza di un errato stile di vita.

L'artrosi cervicale è una malattia cronica e progressiva, peggiora quindi con il passare del tempo se non viene affrontata e curata adeguatamente.

Sarebbe troppo facile se il problema fosse circoscritto solamente alla parte cervicale con manifestazioni dolorose come sopra descritto, ma invece quando coinvolge anche le strutture nervose e vascolari possono insorgere dolori e formicolii che dalla parte cervicale si estendono sino alle braccia e alle mani.

Le cause di questa artrosi sono molteplici e svariate ma si può dire tranquillamente che all'origine vi sono dei vizi posturali che provocano compressioni anomale sulle articolazioni della colonna vertebrale che restringono il canale midollare comprimono i nervi limitando la mmobilità della colonna, sono a rischio quindi tutti i lavori sedentari, errori posturali, la pratica di sport particolarmente traumatici, attività lavorative particolarmente pesanti, attività lavorative che comportano posizioni fisse per periodi di tempo particolarmente lunghi, lesioni da trauma di flesso-estensione del rachide cervicale (il cosidetto "colpo di frusta"), la scoliosi e la cifosi.

Un esame importante,che sarebbe da prendere in considerazione,  è l'esame Elettromiografico che viene prescritto a quei pazienti che continuano a lamentare un dolore persistente nonostante dalle immagini radiografiche non emergano alterazioni significative.

 

RIMEDI

 

I rimedi sono diversi e, certamente, occorre agire in fretta per evitare complicazioni.

Il trattamento cambia in base alla gravità della situazione e lo scopo della cura è quello di alleviare il dolore ed evitare danni permanenti ai nervi e al midollo spinale. 

Esistono dei farmaci mirati, ma anche una terapia fatta di esercizi e terapie di carattere antalgico: il consiglio è, infatti, quello di recarsi da un fisioterapista che possa insegnare determinati esercizi per inforzare i muscoli del collo e delle spalle; esercizi che andranno eseguiti regolarmente e correttamente per recuperare la mobilità articolare e se necessario applicare una o più terapie di carattere antalgico come ad esempio laser, tecar, diadinamiche, tens, interferenziali in base all'entità del dolore.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Please reload

Post Recenti

18/10/2019

Please reload

Archive
Please reload

Cerca con Tag
Seguici
  • Facebook Basic Square
  • Twitter Basic Square
  • Google+ Basic Square